22. Dicembre 2017

1o CE Judo 2015 – Yerevan/Armenien

 [easy-social-share]

galleria fotografica

 


31 ottobre 2015

 l’ultimo giorno! Ma non si doveva credere di potere fare une bella dormita oggi. Masaki ed io devono partecipare alla seduta tecnica alle ore 13:00 ed in seguito la festa finale comincia. Vogliamo ancora fare una piccola escursione la mattina. Dopo una consultazione con la ricezione, l’obiettivo è fissato: Zvarthnots `. Con il taxi, si ha bisogno d’una mezz’ora per il viaggio.

Zvarthnots è una vecchia chiesa di palazzo. Era distrutta da un tremito di terra in 930 e per ciò si può visitare oggi soltanto lo rovina. Ma anche quello è da vedere. Ci trovano ancora molti pezzi di pietra con decorazioni e le belle colonne che sono disposte nel cerchio. Accanto alla chiesa primitiva, ci sono ancora pareti e pietre che sembrano ad un labirinto e si potrebbe bene fare un nascondino.

Essere di ritorno a Yerevan, Jonas e Luis cercano un ristorante. Masaki ed io parteciperemo alla seduta. Lì riceviamo informazioni sul campionato del mondo e Deaflympics previsti in Turchia. Damien Antoine ringrazia l’Armenia dell’assunzione a breve data dei campionati dell’Europa e la buona organizzazione nonostante poco di tempo ed il piccolo bilancio.

Immediatamente dopo, la festa finale ha luogo. Mi piace bene ed è molto semplice come la cerimonia inaugurale ma con molto calore. Dopo l’entrata delle bandiere di tutti i paesi, due gruppi diversi di scolari ci presentano danze tradizionali. In seguito i capi delle diverse sezioni judo, karaté e Taekwondo dicono addio ed Iosif Stavrakakis fa un breve discorso d’addio. Ringrazia anche l’Armenia per la buona organizzazione spontanea.

Posso confermarlo! Era realmente eccellente, poiché i Arméniens si impegnavano in comune per un buon corso del CE. E hanno potuto risolvere i piccoli probleme in modo flessibile e rapido.

Grazie!

Adesso voglio dire arrivederci. Presto si va al banchetto ed il viaggio di ritorno non è neppure lontano. Fino alla prossima volta!


 

30 ottobre 2015

JONAS JENZER E CAMPIONE EUROPEO !!!!!!!!!!!

Jonas ha vinto il 1o match contro l’Ucraina con Shido, la semifinale contro la Russia e la finale contro l’Ucraina

(Champion of Bulgaria, 60kg). BRAVO, BRAVO, BRAVO !!!!!!! Jonas Jenzer è campione europeo

 


29 ottobre 2015
   

Come tutte le mattine, ci incontriamo dopo il piccolo pranzo alle ore 9.15 nella sala di muscolazione dell `hotel. Miglioriamo nuovamente molto la tecnica e Masaki dà molti consigli. Fino alle ore 10.45 si suda molto e ripete sempre gli svolgimenti dei movimentDopo l’allenamento coroporale si prepara l’equipaggiamento di Jonas ed analizza la tecnica.

Alle ore 15.30h ci incontriamo nuovamente nello’obby dell’hotel per partecipare al allenamento nel centro dei sordi. Jonas allena la tecnica dei lanci e lo sente del corpo.

Alle ore 18.00 la riunione tecnica comincia in una piccola sala del centro dei sordi. Ci informano, che gli udenti si assumono delle nuove regole. In seguito l’orteggio ha luogo. 7 sportivi si sono iscritti nel gruppo di Jonas. Masaki è contento del sorteggio. Jonas primo avversario è uno sportivo dell’Ucraina, che non conosciamo. Jonas incontrerà più tardi il vincitore olandese di Taipei.

Nel frattempo Jonas si trova nel vestiario per pesarsi. All’inizio della settimana, pesava più di 66 kg. Ha molto lavorato per ridurre il suo peso. Ha fatto molto sport, sudava molto ed ha fatto attenzione al cibo. Uno corso del giorno regolato è molto importante. Con il rhythme regolare si può salvare molta energia per la concorrenza.

Ora, è meno di 66kg e la competizione può iniziare!!

Domani, la concorrenza delle donne ed uomini comincia alle ore 12.30h. Ne siamo curiosi. Jonas è molto bene preparato e può combattere nello spirito di samourai ; farà tutto il possibile.


28 ottobre 2015

Il giorno comincia dopo il piccolo pranzo con un allenamento dalle ore 9:15 alle ore 10:45 nella sala di muscolazione dell’hotel. Qui, alleniamo soprattutto la tecnica d’attacco e tecnica della difesa, interrotto da istruzioni, condotti e spiegazioni da parte di Masaki. Jonas e Luis sudavano molto, ma non vogliavano abbandonare.

Dopo la doccia meritata, si comincia. Vogliamo utilizzare il tempo fino al prossimo allenamento e fare un piccolo giro nella città. Tuttavia non veniamo lontano. I nostri stomaci reclamano e dobbiamo cercare un ristorante. Decidiamo di un ristorante “un po’ nobile„ in un scantinato. Molto bello ed i prodotti alimentari armeni sono molto deliziosi! Adattato: Celebriamo l’anniversario di Luis!

Il tempo passa troppo rapidamente e per questa ragione, non abbiamo più tempo per continuare il nostro giro. I ragazzi devono partecipare alle ore 16:00 ad un allenamento al centro dei sordi.

Poiché abbiamo qui uno zerbino più grande che nella sala di muscolazione all’hotel, alleniamo non soltanto le prese e la tecnica, ma si attacca molto e l’incrocio mi fa male soltanto di stare guardare.

Credo, che un sonno riposante sarà molto necessario.


27 ottobre 2015
  

Oggi, un giorno più tardi, la cerimonia d’apertura ha luogo in questa sala di gym.

La cerimonia è stata aperta da un gruppo di donne sorde che hanno fatto una danza in vestiti tradizionali e  l’inno nazionale arménien in gesto. In seguito, un gruppo di judo e karaté ci ha presentato delle piccole dimostrazioni.

Per me, come laico, era tuto interessante. Soprattutto il piccolo bambino di 5 anni nel gruppo Judo era così buono come gli adulti.

La cerimonia di un’ora era terminata per presentare le persone responsabile individuale di EDSO ed issare la bandiera di EDSO.

Questa sera, c’era ancora un allenamento sul programma di Jonas.


26 ottobre 2015

Masaki ci permette di dormire fino a mezzogiorno. In seguito, andiamo insieme a visitare “il centro dei sordi„. Questo centro è un grande, vecchio edificio dei sordi. Esclusivamente dei sordi ci lavorano e tutto è disponibile. Anche una sala di gym al piano superiore. Lì hanno luogo anche i campionati europei di karaté, di taekwondo e di judo. Più tardi nella sera, Jonas deve partecipare ancora a un allenamento di un’ora nella sala di gym dell’hotel.


25 ottobre 2015

Come concordato ci incontriamo all’aeroporto alle ore 11:30 al «check-in 2». Noi, ciò Jonas Jenzer, Masaki Negishi, Elisabeth Schlegel, un partner d‘allenamento per Jonas e Luis Imhof. «Il check in»- si svolge senza problema. Ma adesso la lunga attesa comincia… Il nostro volo dovrebbe volare alle ore  13.20 via Kiev. Ma al « gate » riceviamo le informazioni che il nostro volo aveva problemi tecnici, e sarà dunque un poco in ritardo. Quest’informazione è ripetuta sempre di nuovo e l’attesa diventa più lunga.  Alle ore 17h00, c’è l’informazione che dobbiamo cambiare. Il nostro nuovo volo deve volare con l’Austrair » a Vienna.Dopo 7 ore d’attesa all’aeroporto, partiamo. A Vienna, abbiamo ancora il tempo per una piccola colazione prima che il volo décolla a Erevan.

Molto stancate e con un ritardo di quattro ore arriviamo nella mattina alle ore cinque ad Erevan, e siamo molto contenti che sono andati a prenderci.

lunedì, 26. Ottobre 2015 — sabato, 31. Ottobre 2015
00:00 — 00:00

Yerevan

EM / CE (EDSO)

iCal Event

SWITCH THE LANGUAGE
×